Babbo Natale esiste?

babbo natale Ai genitori sorge spontanea la domanda: cosa dire ai bambini riguardo a Babbo Natale? Il post è lungo ma se avrete la pazienza di leggere troverete la risposta.

Non voglio proporvi una soluzione preconfezionata ma raccontarvi che tanto tempo fa, era il 1897, un genitore interrogato dalla propria figlia di otto anni sull’esistenza del simpatico uomo barbuto, le disse di chiederlo ad un autorevole giornale che sicuramente avrebbe saputo rispondere. La bambina scrisse raccontando che le sue amiche le dicevano che Babbo Natale non esisteva, che il papà non lo sapeva e chiese di sapere la verità.

Francis Church, un veterano del giornalismo, corrispondente durante la Guerra di secessione americana in cui aveva avuto modo di vedere grandi sofferenze e soprattutto la mancanza di speranza, così replicò: “Si Virginia Babbo Natale esiste. Le tue piccole amiche si sbagliano. Sono state toccate dallo scetticismo di un’era scettica e credono soltanto a ciò che vedono. Credono che tutto ciò che le loro piccole menti non sanno comprendere non possa esistere. Tutte le menti sono piccole, Virginia, quelle degli adulti come quelle dei bambini. In questo nostro grande universo l’uomo è solo un insetto, una formica dell’intelletto, quando lo si confronta con il mondo sconfinato che lo circonda, quando lo si misura dalla capacità della sua intelligenza di afferrare l’interezza della verità e della conoscenza.

Sì, Virginia: Babbo Natale esiste. Esiste proprio come esistono l’amore, la generosità e la devozione, e tu sai che tutte queste cose abbondano attorno a te, e danno bellezza e gioia alla tua vita. Come sarebbe triste il mondo se non ci fosse Babbo Natale, e come sarebbe triste se non ci fossero Virginie. Dove sarebbero allora la fede fanciullesca, la poesia e il sogno che rendono tollerabile questa esistenza? Troveremmo soddisfazione soltanto nella ragione e nella vista, e si spegnerebbe quella luce inestinguibile con cui l’infanzia riempie il mondo.

Se non si crede a Babbo Natale allora non si crede nemmeno alle fate. Puoi chiedere al tuo papà di far controllare tutti i camini, la sera della Vigilia, per sorprendere Babbo Natale, ma anche allora, anche se nessuno lo vedesse scendere lungo la cappa, che cosa significherebbe? Nessuno vede Babbo Natale, ma questo non significa che Babbo Natale non esista: le cose più vere al mondo sono proprio quelle che né adulti né bambini possono vedere. Hai mai visto le fate danzare nei prati? Certo che no, ma questo non significa che non ci siano. Nessuno può concepire o immaginare tutte le meraviglie non viste e invisibili che ci sono al mondo.

Puoi aprire un sonaglino per vedere che cosa produca il suono, ma certe cose invisibili sono protette da un velo che nemmeno il più forte degli uomini, nemmeno la forza congiunta di tutti gli uomini più forti mai esistiti potrebbe strappare. Solo la fede, la fantasia, la poesia, l’amore e il sogno possono scostare quel sipario, vedere e raffigurare la preternaturale bellezza e gloria che esso nasconde. Ah, Virginia! In tutto questo mondo non c’è niente di altrettanto vero e duraturo.

Babbo Natale non esiste? Grazie a Dio esiste ed esisterà per sempre. Fra mille anni, Virginia, anzi: fra dieci volte diecimila anni, Babbo Natale continuerà a portare gioia ai cuori dei fanciulli”

Una grande risposta piena di significati che vanno ben al di là dell’esistenza di Babbo Natale! I bambini vivono un mondo di fantasia, fatto di immaginazione, popolato da folletti e fate danzanti, fantasmi ed eroi. I bambini vedono sempre il bene vincere contro il male. Perché forzarli a tutti i costi a mantenere i piedi per terra e scoprire ogni sfaccettatura di questo mondo reale che a volte ci pone davanti a dure realtà? Babbo Natale, in qualunque modo lo si chiami, esiste così come esistono l’amore, la fantasia e tante altre cose magiche ed emozionanti che rendono migliore questo mondo!

Buona magia del Natale a tutti, grandi e piccini!

Annunci